APERIMINDFUL

APPUNTAMENTO APERTO A TUTTI
PRATICA GRATUITA

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

PRENOTA SUBITO

Un percorso di gioia

Nel 2015 due signori anzianotti si sono dati appuntamento per il compleanno di uno dei dei due a Dharamsala, in India.

Da giovani, quando guerre e persecuzioni li avevano separati si erano ripromessi che avrebbero trascorso una settimana insieme, se avessero potuto reincontrarsi.
E così, dopo 50 anni due degli uomini più autorevoli, spirituali e compassionevoli della terra si sono trovati come vecchi amici ad una normale festa di compleanno, se si escludono telecamere, giornalisti, e traduttori.

La gioia è un diritto di nascita per tutti gli esseri umani ed è ancora più importante della felicità

“Il Dalai Lama e l’arcivescovo Desmond Tutu sono due dei grandi maestri spirituali della nostra epoca, ma sono anche leader morali che trascendono le proprie tradizioni e che si rivolgono sempre alla totalità del genere umano.

Il loro coraggio, la loro resilienza e la loro speranza incrollabile nel futuro dell’umanità ispirano milioni di persone, perché si rifiutano di cedere alla disperazione che va tanto di moda e al cinismo che rischia di inaridirci.

La loro gioia è tutt’altro che superficiale: si è temprata al fuoco delle avversità, dell’oppressione e della lotta.

Il Dalai Lama e l’arcivescovo ci ricordano che in realtà la gioia è un diritto di nascita per tutti gli esseri umani e che essa è ancora più importante della felicità.

Come possiamo accettare la realtà della nostra vita senza negare nulla?

Possiamo veramente vivere con gioia nonostante le frustrazioni quotidiane, l’irritazione per il traffico del mattino, la paura di non poter più sostenere la nostra famiglia, il risentimento verso chi ci ha inflitto un torto, la perdita delle persone care, le sofferenze della malattia, l’abisso della morte?

Come possiamo accettare la realtà della nostra vita senza negare nulla, ma superando il dolore e la sofferenza a cui non possiamo sottrarci?

E se invece la nostra vita è felice, come possiamo vivere nella gioia mentre tanti altri soffrono, la miseria ruba il futuro di tante persone, la violenza e il terrore invadono le nostre strade e la devastazione ambientale mette a rischio la sopravvivenza stessa del pianeta in cui viviamo?

L’arcivescovo non ha mai ostentato santità e il Dalai Lama si considera un semplice monaco. Hanno entrambi una vita vera con dolori e disagi, in cui tuttavia sono riusciti a scoprire la pace, il coraggio e la gioia a cui anche noi possiamo aspirare nella nostra vita. La sofferenza è inevitabile, ma il modo in cui farvi fronte è una nostra scelta. Non c’è oppressione o occupazione militare che possa toglierci la libertà di decidere come reagire.”
tratto da “Il Libro della Gioia”, racconto fedele di quella settimana di discorsi sulla gioia.

Questo libro, e i video di quell’incontro, hanno fatto nascere in me una riflessione, che si è trasformata in un evento da condividere: a volte la pratica di meditazione è vista come qualcosa di serioso, anche noioso. L’associazione “mindfulness e gioia” non è così frequente, voglio che sia diverso!

È nato l’evento APERIMINDFUL: un appuntamento aperto a tutti, che celebra la gioia di stare insieme! Una pratica sulla gioia + un momento di aggregazione, (pratica gratuita e aperitivo offerto). Prenotazione obbligatoria

Inviaci email

4 + 1 = ?

Potrebbero interessarti

Mindfulness e Gioia
Protocollo MBSR
Ritiro Yoga Mindfulness Torino
Esercizi per Mediare da Casa
Mindfulness Esercizio Perdono